Anche in Umbria c’è una torre pendente, quella del Castello di Vernazzano. Ci troviamo sul Lago Trasimeno, precisamente nelle vicinanze di Tuoro sul Trasimeno.

Vernazzano fu un borgo di notevole importanza nel Basso Medioevo, essendo l’ultima fortificazione perugina sulla strada verso Cortona. Il castello fu donato  dai Marchiones, potente famiglia aristocratica franca, al Monastero di Santa Maria di Petroia, Diocesi di Città di Castello, nel 1098. Nel 1202 venne assoggettato al dominio di Perugia che ebbe così, il pieno controllo del Trasimeno.

Verso la metà del 1700 le frane prodotte dal movimento dei torrenti causarono danni notevoli alle abitazioni e alla chiesa, mentre la torre di guardia del castello si inclinò paurosamente. Il castello venne così abbandonato definitivamente e il borgo ricostruito poco distante. A peggiorare la situazione, nel 1753 vi fu anche un forte terremoto.

Più di recente, negli anni ’60, il moto franoso riprese con maggior vigore facendo aumentare ancora la pendenza della torre e facendone crollare un angolo. Attualmente la pendenza massima della torre è di 13° sulla verticale. Una vera e propria sfida alle leggi della natura.

torre_torta_vernazzano_trasimeno

Oggi l’antico borgo di Vernazzano appare come un luogo dove il tempo si è fermato, una piana verdeggiante da dove si gode di un bellissimo panorama sul Lago Trasimeno. I ruderi del castello sono appena visibili, la chiesa di Santa Maria delle Trosce è ben visibile, mentre la torre di guardia è ingabbiata in una struttura di ferro sorretta da tiranti.

Per raggiungere il luogo, occorre arrivare al paese di Vernazzano e percorrere il facile sentiero lungo il torrente Rio. Dopo il ponte di legno sul torrente si arriverà alla pianetta della Torre di Vernazzano.

Se volete un’anteprima su ciò che vi aspetta, potete guardare questo video girato con un drone:

 

LASCIA UN COMMENTO