La più grande tra le isole del Trasimeno, è di proprietà della Provincia di Perugia ma, dallo scorso marzo è nelle mani di nuovi gestori. Il 2016 quindi, è considerato l’anno zero; e si punta subito in grande, presentando la volontà di rendere ‘fruibile’ l’isola durante tutti i 12 mesi e non soltanto in quelli estivi.

Per far questo è stato presentato il progetto denominato “PO-TRA” (Polvese Trasimeno) che, secondo le prime indiscrezioni, da ottobre inizierà a muovere i primi passi e pare che preveda una serie di eventi spalmati durante l’arco dell’anno, così da raggiungere l’obiettivo di ben 100mila presenze.

isola-polvese
La Villa di Isola Polvese

Perno di questo progetto saranno il restauro con conseguente riapertura della Villa a scopo ricettivo, il potenziamento del frantoio con il recupero del casale adiacente, il recupero di alcuni edifici dismessi e l’attivazione del servizio ristorante presso la spiaggia.

Pur essendo dunque in una fase di transizione, l’sola Polvese non perde smalto e continua ad esercitare il suo fascino, facendo registrare un gran numero di presenze, previste anche per ferragosto. Del resto l’ambiente incontaminato e uno specchio lacustre in equilibrio, continuano a fare della Polvese e del Trasimeno in generale, una delle mete predilette anche dagli stessi residenti.

LASCIA UN COMMENTO