Oltre 400 chilometri in sella ad una bici modello Olandesina, ossia senza marce: è questa l’impresa di quattro ragazzi ternani. Massimiliano Natali, Umberto Boccioli, Davide Scarpa e Riccardo Ippoliti sono i loro nomi.

Una “passeggiata” in bici per esaltare la naturalezza di questo gesto, che hanno chiamato “Olandesina in the Sky”. Iniziativa giunta alla sua terza edizione che stà spopolando sui social, tanto da attirare l’attenzione di Red Bull, da sempre dalla parte delle imprese sportive eroiche.

E’ Massimiliano a raccontare l’impresa appena compiuta: “Abbiamo percorso 425 chilometri, andando in auto fino a Mel, un piccolo paese del Veneto e da lì partendo in sella alle nostre Olandesine. Proprio in questo paesino abbiamo ricevuto una bella accoglienza, visto che il sindaco ci ha ospitati e ha espresso tutto il suo sostegno alla nostra iniziativa. Poi abbiamo attraversato le Alpi, ci siamo lasciati alle spalle l’Austria anche pedalando lungo una delle piste ciclabili più lunghe d’Europa. E alla fine siamo arrivati a Monaco in Germania”.

Perchè proprio una bicicletta senza marce e non un modello più moderno? Massimiliano non ha dubbi, l’impresa avrebbe perso di significato. Anche i social sembrano dargli ragione: i quattro ragazzi hanno tenuto una sorta di diario on-line seguitissimo.

LASCIA UN COMMENTO