Storie a lieto fine giungono dal cratere del terremoto, storie di salvataggio di cuccioli dalle macerie e di adozioni. Il sisma ha colpito anche loro, i nostri amici a quattro zampe, sempre più membri effettivi del nucleo familiare.

Attualmente, dichiara la Protezione Animali, sono circa un migliaio gli animali da compagnia recuperati e assistiti nella zona di Norcia, di cui 158 sono accuditi dai veterinari del Punto Veterinario Avanzato Enpa di Norcia, molti dei quali in emergenza. I ricongiungimenti continuano e fino ad ora se ne contano 78.

Stà bene Ulisse, il cane estratto vivo dalle macerie. Niente ferite né fratture per lui, solo tanto spavento.

ulisse cane salvato macerie norcia
Foto del salvataggio di Ulisse

Stà bene anche Terremoto (nella foto in alto), il cucciolo di Border Collie recuperato da una Castelluccio isolata per giorni a causa delle proibitive condizioni delle vie di comunicazione. I vigili del fuoco delle unità cinofile hanno deciso di adottarlo con l’intento di addestrarlo come cane da salvataggio. “E’ un cucciolo di proprietà” spiega un comunicato dell’Enpa “il detentore ha deciso di cedere a Enpa e noi ai vigili del fuoco affinché possa diventare un cane da soccorso. I “cinofili” dovranno decidere se chiamarlo come lo ha chiamato il detentore, e cioè “Terremoto” “.

Un carabiniere di Perugia ha invece portato con sé Luna, una gattina bianca che è stata recuperata dai volontari Enpa in una cantina rimasta isolata dopo il sisma.

gattina-luna terremoto norcia
La gattina Luna e il suo nuovo padrone

LASCIA UN COMMENTO