Stà provocando più di un grattacapo il torrente Torbidone di Norcia, improvvisamente tornato a scorrere dopo la forte scossa del 30 ottobre. Si perchè il corso d’acqua era scomparso dopo il sisma del ’79 ed è riaffiorato ora allagando strade, campi e rischiando di allagare un’azienda zootecnica con la sua stalla.

Il caso è sotto la lente delle autorità che si sono subito messe in moto dopo la segnalazione dell’allevatore. Non è escluso che venga richiesto l’intervento dell’Esercito per realizzare l’alveo del fiume che è oramai inesistente. E’ al vaglio di Forestale e Protezione Civile anche l’ipotesi di mettere in sicurezza la stalla e gli ovini al suo interno.

In base a quanto dichiarato dalla Forestale, che stà attentamente monitorando la situazione, il torrente Torbidone ha una portata stimata di circa 250 litri al secondo.

Nel video il torrente riaffiorato:

LASCIA UN COMMENTO